🧑 💻 Scriviamo articoli su gadget, computer, auto, giochi e hobby. Recensioni utili sui più interessanti

[Aggiornamento: indietro!] Lo strumento di compatibilità con Windows 11 di Microsoft ora dirà perché il tuo PC non può aggiornare

0

Notizia

Dopo aver ritirato l’app, Microsoft ha ripristinato il controllo dello stato del PC.

Se sei entusiasta di Windows 11, potresti aver già scaricato l’app di verifica della compatibilità di Microsoft denominata " PC Health Check " solo per ottenere un duro "no" senza una chiara ragione per cui. Buone notizie, ora lo strumento di verifica degli aggiornamenti ti darà un motivo più chiaro e potresti una soluzione facile.

Aggiornamento, 8/1/21: dopo aver pubblicato questo articolo, Microsoft ha deciso di " rimuovere temporaneamente la sua app di controllo dello stato del PC". Aggiorneremo questo post se e quando lo strumento tornerà.

Aggiornamento, 27/08/21: come promesso, Microsoft ha ripristinato l’app PC Health Check e ora include ulteriori informazioni. Se è necessario modificare un’impostazione nel BIOS, l’app lo indicherà, il che è un’aggiunta utile. Per iniziare, Microsoft afferma che lo strumento è solo per gli addetti ai lavori di Windows, ma chiunque può scaricare lo strumento aggiornato da un collegamento diretto.

Windows 11 avrà alcuni requisiti piuttosto bassi e alcuni requisiti piuttosto elevati. Un processore da 1 gigahertz (GHz) o superiore con 2 o più core a 64 bit non è una salita ripida da scalare, né lo sono 4 GB di RAM e 64 GB di spazio di archiviazione. Il requisito del processore è solo leggermente superiore a Windows 10, ad eccezione del blocco sulle CPU a 32 bit.

Ma altri requisiti sono più pesanti. Per uno, non tutti i processori che soddisfano le specifiche sopra sono effettivamente compatibili e Microsoft ha dovuto mettere insieme un elenco. Il tuo processore i7 del 2011 potrebbe avere una potenza più che sufficiente, ma potrebbe non supportare tutte le funzionalità moderne necessarie, ad esempio.

Inoltre, il messaggio di Microsoft sui chip TPM (Trust Platform Module) è confuso. Nella sua pagina principale, chiama i chip TPM 2.0 un requisito. Naturalmente, i chip TPM 2.0 non sono esattamente comuni e gli scalper stanno già cercando di sfruttare la corsa per soddisfare i requisiti. Ma non è tutta la verità.

Microsoft spiega altrove che TPM 2.0 è un requisito "soft". Ciò significa che se non lo hai, Windows 11 funzionerà ancora, ma Microsoft ti sconsiglia di eseguire l’aggiornamento. Il requisito "difficile" è TPM 1.2, supportato da quasi tutti i processori degli ultimi cinque anni circa. Ma per molte persone, quella funzione è disattivata nel BIOS.

È qui che entra in gioco lo strumento di controllo dello stato del PC di Microsoft . È un semplice software che non solo ti dice lo stato del tuo computer, ma può verificare se il tuo PC è compatibile con Windows 11. Ma purtroppo, per il primo giorno o giù di lì, tutto ciò direbbe effettivamente "no, è no" e non darti un motivo. Potrebbe essere RAM, un vecchio processore o semplicemente la necessità di cambiare il BIOS. Ma non te l’ha detto.

Per fortuna, Microsoft si è resa conto che era una cattiva idea e ha aggiornato lo strumento di controllo dello stato del PC con messaggi migliori. La nuova formulazione ti dirà in modo specifico se si tratta di un problema TPM, un problema di avvio protetto, un problema del processore o un problema di memoria e RAM. Una volta che lo sai, puoi risolvere il problema, come nel caso del TPM e Secure Boot potrebbe essere semplice come una modifica del BIOS. È un buon cambiamento ed è solo un peccato che Microsoft non abbia iniziato con una comunicazione migliore.

Se hai già scaricato PC Health Checker, si aggiornerà automaticamente. E se non l’hai ancora fatto, puoi scaricarlo dal sito di Microsoft.



Fonte di registrazione: www.reviewgeek.com

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More